Tu chiamale se vuoi emozioni... (parte VI)

 

Tu chiamale se vuoi emozioni… (parte VI)

Notte prima degli esami… Notte di polizia…Notte nella quale fatichiamo a dormire…Il pensiero di quella finale ci leva il sonno…Due ore sul letto basteranno per recuperare le forze e per essere lucidi il gran giorno? Mha…Forse meglio farsi un’altra oretta in stanza… Chissenefrega se la Colazione dell’albergo chiude alle 10…Anzi forse meglio farla ‘sta colazione…Non si sa mai…

Ore 10.01 il rischio è grosso... Potrebbero aver già messo tutto da parte…. Questi al Nord sono precisi…poco elastici…poco napoletani… Uà…Lo sapevo…stanno sparecchiando… Era meglio non averla fatta quell’oretta in più nel letto…Ma non avevamo detto che la tensione della gara contro la Lottomatica toglieva il sonno? Sì, ma non l’appetito…La fame è fame…Quella non si toglie mai…

Ma fortunatamente bastano due parole due e le gentili signorine dell’Hotel un po’ per pietà ed un po’ perché le abbiamo impapocchiate con le chiacchiere (siamo sempre in tempo di Carnevale e con il sanguinaccio stanno una favola..) ci fanno accomodare…Ma quella gioia si trasforma subito in un improvviso struggimento… è finita la torta di mele… Non si può... Sarebbe stato 100 000 volte meglio che la tensione per la finale mi avesse tolto completamente il sonno… Non è possibile!!! Come si fa ora senza la torta di mele? Ripiego sullo strudel alla frutta…Ma non è la stessa cosa…credetemi… Tornerei a Castrocaro Terme anche domani se sapessi di poter riassaporare quella torta di mele.. Non si può capire quant’era buona…

Brutto segnale… Penso…Qui nel pomeriggio dobbiamo giocare per la Tim Cup (Voglio le royalties…si scrive così?) ed io non trovo la torta di mele… Ahia… Non resta che consolarmi con la buona vecchia gazza davanti ad un buon caffè…. Che da queste parti chiamano “basso”…cioè quello bevibile.. Indovinate un po’? Avevano finito la rosea…Naaaaa…La giornata parte davvero malissimo… Poi mi guardo in giro e ci sono almeno una decina di napoletani (riconoscibili dal giubbino legato in vita e la sciarpa legata al collo) che si stavano leggendo la “mia” Gazza… Appena realizzo che trattasi di giornata di merda, un mal di testa olimpionico comincia a farmi capire che al peggio non c’è mai fine… Saranno stati quegli innumerevoli JackandMenta e birre scolate poche ore prima per festeggiare la vittoria della Carpisa contro la Benetton…

L’allegra combriccola della mia trasferta forlivese decide di andare a mangiare in uno splendido agriturismo che apre solo di domenica che ti fa mangiare ottoantipastitreprimiquattrosecondiseidolcivinoacquacaffèammazzacaffè al prezzo favoloso di 23.50 euro… Questi della pianura padana non li capirò mai…A Napoli avrebbero fatto cifra tonda 25dico25…no?

Ma è ancora troppo presto… Bisogna arrivare indenni all’una…orario di pallaacentro… La testa scoppia e quando non scoppia nella mente si insinua quel pensiero bastardo della torta di mele… Che jurnata che è schiarata…

Decisione collegiale: (assolutamente boicottata da me e dal mio amico compagno di bevute) Andare a visitare il castello di Castrocaro…Anzi il castello sulla Rocca di Castrocaro…La salita è impervia…Il Pordoi era una salitella di quarta serie in confronto…Quando l’acido lattico si faceva beffa delle gambe e del cervello ormai non più ossigenato per lo sforzo… Notiamo che questa bella pensata non è solo di noi folli… ma quanti napoletani ci sono a Castrocaro Terme? Molti…

Alcuni si lasciavano andare in discorsi un po’ troppo ottimistici…direi… “L’anno prossimo la Supercoppa di Lega non si giocherà proprio…” diceva uno… “Certo!” faceva l’altro… “Per forza – affermava un terzo – e come si fa, noi vinciamo sia la Coppa Italia che lo Scudetto”.. I napoletani sono troppo avanti… in barba a tutte le scaramanzie…

Questi discorsi, però, mi facevano venire certi appetiti… e non solo di vittorie…
Ed effettivamente bastava dare uno sguardo all’orologio per capire che la Coppa Italia non c’entrava niente.. Ore 13.30 meno cinque ore a Lottomatica-Carpisa…Anzi ore 13.30 più trenta minuti sulla prenotazione fatta all’agriturismo…


[email protected]

To Be continued…

[ Chiudi]         [ Stampa ]