Tu chiamale se vuoi emozioni…(Parte III)

 

…La notte porta consiglio…anche in quel di Castrocaro Terme… Passato è venerdì 17 e ci svegliamo con un sole primaverile… è tempo di fare colazione…ma sempre con in testa le immagini ben chiare del trionfo della Carpisa contro l'AJ…Non ci distrae neanche la torta di mele più buona che abbia mai mangiato… l'appetito non me lo riesce a rovinare neanche il pensiero di un Djordjevic che ha “accusat a pazz”… Quella torta di mele era proprio fantastica…fantastica quasi come la Carpisa che si è bevuta la Milano da bere…

Sabato 18 febbraio…Ore 10…sarebbe dovuta essere l'ora della partenza per il ritorno a Napoli… Ed invece…Siamo rimasti a Forlì..Così non sapendo che fare abbiamo optato per un giretto nel centro della cittadina romagnola... io ed il mio manipolo di fieri scudieri che mi hanno raggiunto da tutte le parti d'Italia…qualcuno anche dandosi malato al lavoro… qualcuno chiedendo il permesso (mai ottenuto) dalla fidanzata e qualcuno che si era preso le ferie già da un mese per assistere alla kermesse forlivese...

Nei precedenti viaggi nella cittadina romagnola ricordavamo dei negozi, dei luoghi…quindi con una sorta di viaggio nella memoria torniamo a frequentare quei posti nella speranza che porti bene… La scaramanzia… questa sconosciuta….Perchè una persona sana di mente dovrebbe portarsi appresso un valigione contenente il necessario per stare fuori di casa per un mese per poi vestirsi sempre nello stesso modo per tre giorni consecutivi?? Non chiedetelo a me però visto che sono già in cura alla Colucci…

Giorno di semifinali…. Prima della palla a due cerco il mio posto, quello del giorno prima tanto per intenderci…ma prima di trovarlo mi imbatto nel dottor Carretta che a proposito di sani di mente mi confida: “Rocca se fosse uno normale ora starebbe all'ospedale ancora sotto osservazione, ma stasera giocherà…”

Ma quanti pazzi ci sono a Forlì? Sugli spalti molti….in campo tanti, ma anche in tribuna tra i giornalisti qualcuno c'era… Carpisa-Benetton – pronostico bloccato. Quei verdi lì hanno Goree che il giorno prima aveva fatto neri quelli della Snaidero Udine… Ma con il passare dei minuti ti accorgi che in campo c'è uno con la maglia n.12 e con un occhio pesto che non ne vuole sapere di perdere. La sua marcatura su Goree è commuovente. Lo annulla, mentre in attacco segna e prende rimbalzi….Insomma come suo solito trasforma la spazzatura in oro… Napoli trionfa…In tribuna stampa ci lasciamo un po' andare…i colleghi al nostro fianco storcono un po' il naso…Questi napoletani…sempre i soliti…Non sanno contenere le emozioni…Esultano ed applaudono…Ma dove si credono di stare??

Certo, non sarà professionale, ma come si fa a rimanere impassibili quando vedi in campo Mason Rocca? Carpisa-Benetton 84-74. Datemi un pizzicotto…che non ci credo ancora…Napoli in finale….Naaaaaaaaaaaa…Non è possibile….Saranno ancora i postumi della sbornia della notte di prima… Oh, ma la Carpisa ha vinto davvero?

(… To be continued…)

L. Pengue

[ Chiudi]         [ Stampa ]