News

26/09/2006 ROMA 26-9-06: Si sgonfia il caso Trepagnier
 
Napoli. Si è già sgonfiato il caso Trepagnier. Quando domenica sera durante la finale del Trofeo di Caserta tra la Eldo Napoli e la Pepsi ci si è accorti che l’esterno di Compton, sobborgo di Los Angeles, non era neanche in panchina in borghese, come ad esempio il suo compagno di squadra Sesay, sono immediatamente cominciate a circolare una serie di voci e di ipotesi. L’assenza di Trepagnier era quanto meno sospetta. Infatti Jeff nella partita del sabato sera contro Capo d’Orlando era stato pressoché perfetto, ma poi era stranamente assente il giorno dopo al PalaMaggiò. “Si è fatto male la caviglia”. “Dissenteria”. Due voci interne troppo contrastanti per non far nascere almeno un legittimo dubbio sulla sorte di Trepagnier. Inoltre i precedenti turbolenti del giocatore di Compton, un posticino al cui paragone il Bronx sembra un collegio per educande, non sono rassicuranti. Il ricordo del lancio reiterato dell’asciugamano a Caja durante quella famosa gara di Uleb tra la Pompea ed il Lietuvos Rytas è ancora vivo nella mente di tutti gli appassionati del Basket Napoli.
Ma Jeff è cambiato. Dicono. Ha un maggiore controllo ed equilibrio. Dopo due stagioni in Europa ha trovato finalmente la propria maturità. Anche se sabato sera ha commesso una piccola marachella.
Ricostruendo i fatti si è scoperto così che Trepagnier non ha giocato la finale del Trofeo di Caserta perché è stato lasciato a casa per una giornata per un comportamento scorretto nei confronti della squadra e dello staff tecnico. Un provvedimento che dovrà servire anche da lezione agli altri giocatori. Il fatto in se non è gravissimo, ma alle volte è meglio essere intransigenti sin da subito se si vuole impostare un rapporto corretto e basato sul rispetto delle regole. Trepagnier sabato sera dopo la gara di semifinale contro Capo d’Orlando, senza avvisare nessuno, non aveva raggiunto i compagni al ristorante dove tutti lo attendevano ed era tornato a casa con la moglie. Una leggerezza, che però ha fatto innervosire la società che ha deciso di sottolineare questa sua mancanza con questa breve sospensione. Comunque tutto è rientrato, Jeff si è dichiarato dispiaciuto ed ha ammesso l’errore. Oggi si è allenerà con la squadra e domenica sarà regolarmente in campo con l’Eldo a Treviso nella gara che assegnerà l’edizione 2006 della Supercoppa di Lega.
A tal proposito da oggi, presso il Basket Napoli Store, saranno in vendita i 350 biglietti destinati ai supporters partenopei che vorranno assistere alla sfida con la Benetton. I tagliandi sono suddivisi in 250 posti per il settore Gradinata Intera (al costo di 13€) e 100 posti per il settore Tribuna Intera (25€).
La società, inoltre, fa sapere che la Campagna Abbonamenti sta procedendo a gonfie vele. Numerosissimi tifosi hanno preso d’assalto il Basket Napoli Store nei giorni scorsi per assicurarsi l’abbonamento alla stagione agonistica ormai alle porte che vedrà il club partenopeo impegnato sul doppio fronte Campionato-Eurolega. I dati sono confortanti e dimostrano l’attaccamento dei tifosi al team di coach Bucchi. Più di 2.000 tessere vendute sono un ottimo dato. Inoltre la Eldo informa i propri sostenitori che non saranno venduti più di tremila abbonamenti per la regular season di campionato.


Lucio Pengue



 
 
 
 
 
 
 

© 2006 Flea Corporation