MAIONE FACCI UN REGALO COMPRACI BULLERI

 

E portacelo qui, che al resto ci pensiamo noi!!!

Amici miei, grandi e festanti compagni di goduria, ma vi rendete conto che splendida occasione sarebbe averlo qui, a portata a di mano, questo grande… impareggiabile simbolo di sportività!

Mo, caro Presidente, tu che ci hai dato tanto, che hai portato a Napoli più di un campione, che ci hai regalato più di un sogno ( e agli altri un incubo), che hai restituito dignità ad uno sport che sembrava dover vivere solo di ricordi da soffitta, na cosa tipo fiaba che i nonnini raccontano ai nipotini per farli addormentare, tu grande Maione dacci questa occasione, regalaci Bulleri!

Ma pensateci amici miei, l’accoglienza che potremmo riservargli già all’arrivo all’aereoporto, si, perché lui non sa ma a Napoli abbiamo un aeroporto, magari mettendogli subito una sciarpa azzurra al collo. Pensate che bello, magari gli si gonfierebbe il collo per l’irritazione, avrebbe uno choc anafilattico da crisi di contatto, potremmo ricoverarlo subito al Cardarelli e lì scoprirebbe che anche qui, nella profonda depressione nazionale ci sono ospedali e medici.

Appena ripresosi dallo choc potremmo accompagnarlo in giro a visitare la città, con un bel sottofondo di mandolini e di cori di tifosi che intonano “ oi vita oi vita mia….”
Nuovo choc, questa volta convulsivo, nuovo ricovero, questa volta in rianimazione, nuovo miracolo medico e finalmente dopo le dimissioni arrivo al palasport.
E lì ad attendere Grullo, il prode condottiero, l’arcigno & grintoso, che non molla mai, troverebbe i nuovi compagni di squadra, uno biondo dalle spalle larghe con una gran voglia di abbracciarlo, uno piccolo e nero che ha in serbo dal 17 febbraio 2006 una parolina dolce a sussurragli all’orecchio, e tutti gli altri pronti, prontissimi per braccarlo con un vigore che, sono certo conoscendolo per le sue gesta sul campo, lui non potrebbe non apprezzare.

E a fine allenamento, ad attendere i suoi resti, ci saremmo noi, simpatici bambini del sud pronti a manifestargli tutta la nostra gioia, di averlo, finalmente tra le mani.

Ma questo può indossare la maglia della nazionale (italiana)?

[ Chiudi]         [ Stampa ]