Carpisa: con la Benetton in gioco molto più di due punti

 

Sarà una domenica mattina diversa dalle altre quella che attende Carpisa e Benetton. L’anticipo televisivo del mezzodì domenicale fornisce una ghiotta opportunità per entrambe le squadre: l’aggancio in classifica o il consolidamento della prima posizione. Le due compagini si sono affrontate di recente in quel di Forlì, in una semifinale durissima, ma dal dolce epilogo per la squadra azzurra. Napoli però penserà di più all’altro incontro, quello di campionato, un’occasione persa, a Treviso, dopo aver avuto la grande opportunità di far bottino pieno. La sconfitta maturò solo nei minuti conclusivi del match, ma Napoli uscì a testa altissima dal Palaverde. Domenica prossima la Carpisa proverà innanzitutto a far suo il match e se possibile tenterà di ribaltare i sei punti di scarto che valgono un capitale in caso di arrivo a parità di punti in classifica con la squadra di Blatt. Dovrà farlo giocando una gara intensa in difesa, come quella messa in campo a Forlì, e stando attenti all’enfant prodige trevigiano: Andrea Bargnani, per i suoi tifosi “il mago”, l’osservato speciale degli scout NBA. Contro Napoli non è mai stato determinante, ma nelle ultime gare, da quando Blatt lo ha lanciato nello starting five, ha acquisito più solidità, diventando addirittura un fattore nella vittoria della Benetton contro la Fortitudo, dove il ventunenne di origini romane ha chiuso il match con 18 punti, 11 rimbalzi e 31 di valutazione. Occhio anche a Marcus Goree, da sempre bestia nera degli azzurri, ed a Drew Nicholas il cecchino che ha realizzato 36 punti nelle due gare disputate in questa stagione contro Napoli. La Carpisa dal suo canto avrà il vantaggio del fattore campo, un PalaBarbuto che si annuncia colmo all’inverosimile e che darà certamente la carica agli uomini di Bucchi per raggiungere un risultato importantissimo nella marcia verso i playoff.

Giuseppe Cacciapuoti

[email protected]

[ Chiudi]         [ Stampa ]