Giuseppe Cacciapuoti

16/04/2007 I numeri giusti
 
Quattro vittorie consecutive fiducia pienamente ritrovata. Quattro successi arrivati in un crescendo che lascia ben sperare per il futuro. Le vittorie risicate hanno lasciato il posto ad un successo travolgente in quella che era forse fra le partite più delicate dell’ultimo scorcio di campionato della Eldo. Una partita giocata con grande diligenza da parte dei ragazzi di Bucchi che non si sono concessi nemmeno un attimo di distrazione, costringendo Scafati a tiri forzati grazie ad una difesa molto precisa. In questo va sottolineata la prova difensiva di Malaventura, O’Bannon ed Ellis su Apodaca e Smith. Per lunghi tratti il portoricano non ha trovato la via del canestro e non inganni il tabellino finale, frutto di giocate realizzate quando i buoi erano ormai da tempo scappati dalla stalla. Smith invece è stato letteralmente soggiogato da Ellis che ha disputato la sua miglior partita di campionato da quando è a Napoli. In attacco si è rivisto lo scugnizzo di Pozzuoli scorazzare nell’area avversaria e senza sfruttare nemmeno una volta il pick&roll con Rocca. Piuttosto, dalla distanza, Valerio ha ricordato di saperci prendere, una brutta notizia per le prossime avversarie della Eldo, se Spinelli decidesse di sfruttare ancora tutte le frecce presenti nella sua faretra.
La partita con Scafati era sentita particolarmente da entrambe le squadre. Alla grande pressione psicologica hanno reagito però diversamente. Scafati, che forse fra le due di pressione ne aveva di più, si è letteralmente sciolta sin dai primi colpi sferrati da Napoli ad inizio gara. La Eldo invece si è esaltata e, complice quel pizzico di esperienza maturata giocando in Eurolega dove la disputare partite in condizioni psicologiche e ambientali particolari è la normalità, ha giocato comunque con grande scioltezza e nonostante abbia ancora tirato più da tre che da due, ha chiuso con percentuali di assoluto riguardo.
Essenziale adesso rimanere con i piedi ben saldi in terra. Il campionato è ancora lungo e presenta ancora molte insidie. A partire da giovedì prossimo, quando Biella, da sempre e tradizionalmente squadra ostica per Napoli, verrà a far visita a Morena & co. per proseguire il proprio cammino verso i playoff. La Eldo non può abbassare la guardia, anche in visione della sfida successiva che potrebbe essere decisiva nella marcia di avvicinamento alla quarta posizione e che la vedrà opposta alla Vidivici Bologna. Un passo alla volta alla ricerca di una buon posizionamento nel ranking di LegaA. Non si può certo dire che a questa Eldo adesso manchino i numeri e un ritrovato ottimismo.

 

22/09/2007 Alla scoperta del Khimki
27/08/2007 SI RIPARTE!
17/05/2007 Considerazioni
29/04/2007 Parlare? E di cosa?
20/04/2007 Rush finale

 
 
 
 
 
 
 

© 2006 Flea Corporation