22/03/2006 Brandon Hunter sbarca a Napoli, l'intervista

 

Carpisa Basket Napoli: Hunter è sbarcato a in città

L’ala-pivot americana è in attesa di completare le visite mediche. Domani pomeriggio il primo allenamento con i compagni.




--------------------------------------------------------------------------------






Fisico imponente, sguardo determinato e tanta voglia di giocare. Ecco come si è presentato Brandon Lamar Hunter, il nuovo acquisto della Carpisa Napoli, che questa mattina è sbarcato all’aeroporto di Capodichino dopo aver sostenuto un lungo viaggio iniziato, 24 ore prima, nella calda Miami. L’atleta americano, dopo aver effettuato la TAC alla mano sinistra (che ha dato esiti negativi), è ora in attesa di espletare tutte le visite mediche richieste dalla F.i.p., il primo allenamento con i compagni è previsto per domani pomeriggio.


L’intervista


Una giornata intera passata tra aeroporti e bagagli potrebbe scoraggiare chiunque, Brandon Hunter, invece, è smanioso di calcare quanto prima il parquet del PalaBarbuto: “Sono pronto – afferma l’ala-pivot americana- non vedo l’ora di mettermi a disposizione del coach e di conoscere i miei nuovi compagni di squadra. So che il campionato italiano è estremamente competitivo ed è necessario essere preparati fisicamente”. Hunter non ha perso tempo ed ha subito iniziato a chiedere informazioni sui suoi nuovi colleghi: “Conosco Lynn Greer e Ansu Sesay, il primo lo ricordo quando giocava a Temple, il secondo l’ho incrociato quando indossava la maglia dei Seattle Sonics. Mi hanno parlato della forza della squadra, spero di poter essere utile sin da subito, ben conscio di quale sarà il mio ruolo all’interno del team”. Chi l’ha visto giocare, lo dipinge come un giocatore grintoso e con grandi doti atletiche: “L’intensità ed il gioco fisico sono le mie maggiori caratteristiche – dice Brandon- ho buone propensioni difensive, il mio auspicio è di dare il mio contributo in ogni aspetto del gioco”. L’ultimo pensiero, Hunter lo rivolge al suo nuovo pubblico: “Mi hanno riferito del grande numero dei tifosi che ogni domenica accorrono al palazzetto, giocare davanti ad un pubblico così passionale per me sarà un stimolo ancora più importante”.


Ufficio Stampa Carpisa Basket Napoli

[ Chiudi]         [ Stampa ]