Comments (0)

COMUNICATO STAMPA S. S. Felice Scandone

S.S. "Felice Scandone" Avellino

La S. S. Felice Scandone, nella persona del suo presidente Vincenzo Ercolino, in ordine alle ultime vicende riportare ampiamente da tutti gli organi d’informazione, e che hanno costretto la società a richiedere l’intervento di sostegno economico delle istituzioni, degli imprenditori e di tutti quanti hanno a cuore le future sorti della compagine sportiva, comunica che è stato risolto brillantemente il problema più immediato che poteva inficiare il proseguo del campionato.

A tale riguardo si ringraziano vivamente quanti hanno in queste ore lavorato e contribuito fattivamente e concretamente alla soluzione immediata dell’attuale stato di difficoltà.

Si comunica, anche, che sono in corso già da alcune settimane incontri informali con imprenditori e istituzioni locali e provinciali al fine di trovare nuovi soggetti interessati ad affiancare la famiglia “Scandone” nel progetto iniziato e portato avanti dal Gruppo Ercolino.

Si invitano, infine, tutti coloro che vogliono proseguire a sostenere la S.S. Felice Scandone a essere partecipi in questo percorso che non ha altri scopi se non quello di salvare lo sport irpino.

Avellino, 19 dicembre 2010

Comments (1)

La situazione di Avellino

S.S. "Felice Scandone" Avellino

Questo è il testo del comunicato del Presidente, Vincenzo Ercolino riguardo all’attuale situazione della Scandone:
“Ritengo doveroso comunicare che le condizioni economiche della S.S. Felice Scandone hanno raggiunto un livello di estrema difficoltà. Entro il prossimo 21 dicembre occorrerà versare 91.225 euro di contributo Federazione Basket 2010/2011. Il mancato versamento comporterebbe l’applicazione dell’art. 18 del regolamento federale concernente l’esclusione dal campionato.
Colgo, inoltre, l’occasione per ribadire la volontà di garantire un futuro alle imprese del Gruppo Ercolino e quindi ai dipendenti, ai fornitori ed a quanti hanno creduto ed investito nella nostra organizzazione, mi impone di non poter distogliere più alcuna risorsa, neanche minima, da poter indirizzare al basket.
Nel ringraziare Silvio Sarno, Walter Taccone, Francesco Passariello, , Pasquale Alborea, Miranda, Carlo Matarazzo e Salvatore Pugliese per il contributo elargito quale ultimo intervento utile per corrispondere gli stipendi, auspico che le energie imprenditoriali e professionali e non ultimo, istituzionali della città di Avellino, da me già più volte sollecitate, vorranno coscientemente intervenire a sostegno della difficile situazione”.

Vincenzo Ercolino

———————————————————-

Verrebbe quasi da dire se Sparta piange Atene non ride.

La situazione purtoppo è grave, le cifre di cui si parla per Avellino e di cui si è parlato per Napoli non sembrano proibitive, ma la situazione attuale dell’economia non aiuta certo in investimenti nel campo dello sport. Chiedere aiuto alle istituzioni con tutti i problemi sociali che ci sono non sembra la soluzione migliore.

Allora potrebbe intervenire la Federazione o con aiuti o “spalmando” le situazioni debitorie. Non può morire uno sport, non può esistere solo il dio calcio …

basketime.it – la pulcetta

Comments (0)

Dean:”Dimentichiamo subito Treviso”

Taquan Dean

La Scandone ha ripreso gli allenamenti in vista dell’esordio casalingo di domenica prossima contro Varese. L’esordio negativo di Treviso dovrà essere subito dimenticato, già da domenica contro la Cimberio Varese, vittoriosa nella prima giornata contro la Scavolini Pesaro.

Taquan Dean, migliore dei suoi in Veneto, non vede l’ora di riscendere in campo:”Anche se ho fatto 26 punti, non è servito alla vittoria. Quindi è come se non valessero assolutamente niente.”

D:”La differenza, a Treviso, è stata fatta dalla panchina?”
R.”Non penso sia una questione che riguarda solo la panchina. Treviso ha anche un quintetto molto forte e in generale sono una buona squadra.”

D.”Siete rimasti in partita per 3 quarti. Poi cosa è successo?Calo fisico”
R.”No, non è una questione fisica, anche se in quattro siamo stati molto in campo. Io penso sia un problema mentale:siamo calati da questo punto di vista nell’ultimo quarto e non ce lo possiamo permettere.”

D.”Hai trovato differenze rispetto al precampionato? Gli avversari son più motivati?”
R.”L’unica differenza vera è che noi abbiamo giocato la prima partita con Linton Johnson, che dobbiamo ancora inserire, ma sono convinto che già da Varese le cose andranno meglio. Per il resto, non penso che dobbiamo preoccuparti degli avversari, ma dobbiamo pensare solo a noi stessi e ad una partita per volta.”

D.”A Treviso avete coinvolto poco i lunghi. Potrebbe essere una chiave contro Varese?
R.”Assolutamente si. Contro la Benetton, abbiamo corso tanto e a volte anche in maniera non corretta, senza aspettare i nostri big man e la loro presenza. Con Varese dovremmo essere bravi a coinvolgerli e ad avere fiducia in loro.”

Ufficio Stampa Air Avellino

Comments (0)

Vitucci:”Difesa dura e aggressività in attacco per battere Treviso”

S.S. "Felice Scandone" Avellino

La prima conferenza stampa prepartita del coach veneto
Chiusa sabato scorso a Porto San Giorgio una più che positiva preseason è arrivato, finalmente, il giorno dell’esordio per l’Air Scandone Avellino. Come prima giornata il calendario oppone a Green e compagni un ostacolo subito impegnativo:la Benetton Treviso. Coach Vitucci, nel capoluogo veneto ci ha passato una buona fetta di carriera (anche la vittoria di una Supercoppa da capo allenatore nel 2006): “A Treviso ci ho passato sei anni e mezzo e una parte della mia vita familiare si svolge ancora; senza dubbio affrontare la Benetton da avversario ha un significato particolare,ma il lato personale lo lascio da parte, anche perché finita quella avventura sono venuto ad Avellino e mi fa molto piacere adesso essere qui.”

D.”Ci presenta la gara di domenica”
R.”Giochiamo contro una squadra importante costruita su importanti individualità;Il roster è stato rinnovato in parte con ottimi giocatori e punta alle prime posizioni. Rispetto a noi hanno qualche partita in più nelle gambe. Con l’atletismo sopperiscono alla mancanza di centimetri e, soprattutto hanno tanto talento. Viste le caratteristiche di entrambe le squadre, che offensivamente danno il meglio, sarà una partita bella da vedere”
D.”Come sta la squadra?”
R.”Arriviamo in buone condizioni e siamo pronti ad affrontare questa prima parte di campionato. Sono curioso di vedere cosa riusciamo a fare in un campo molto difficile. Dopo un mese e mezzo abbiamo sicuramente voglia di iniziare, anche se con un esordio non dei più facili; siamo pronti sia tecnicamente, che tatticamente che mentalmente, dopo un precampionato che ha dato buoni riscontri. Recuperiamo Linton Johnson che giocherà sicuramente, stante anche l’infortunio di Casoli. E’ l’ultimo giocatore ad essere inserito e non ha ancora fatto una partita vera, ma lui ha una gran voglia di giocare e potrebbe essere un fattore sorpresa per domenica. Non so quanto potrà giocare, ma mi basta che sia al livello dei compagni.”
D.”Quali saranno le chiavi del match?”
R.”Dobbiamo difendere duro per evitare di fargli usare il loro talento, essere aggressivi offensivamente e ”guidare” noi la partita. Penso sia molto importante la panchina perché entrambe le squadre hanno giocatori che possono entrare e far cambiare il corso del match, ma in generale il contributo di tutto può essere importante come abbiamo visto in alcune situazioni di precampionato.”

Ufficio Stampa Air Avellino

Comments (0)

Marques Green:”Non vediamo l’ora di cominciare”

Marques Green

Cinque giorni all’inizio dell’undicesimo campionato consecutivo in massimo serie della Scandone Avellino. L’esordio è in trasferta, a Treviso, dove i ragazzi di coach Vitucci affronteranno la Benetton di coach Repesa e di Devin Smith, ex molto amato in terra irpina, che ha fatto parte di quel fantastico gruppo che vinse la Coppa Italia 2008. In quel gruppo, ovviamente c’era anche Marques Green, il cui legame con Smith, va ben oltre quello sportivo:”Si, è vero, Siamo amici. Ma domenica non è solo Green contro Smith, ma Air contro Treviso. E non mi importa perdere il duello sul campo se poi vinciamo noi.”
D.”Inizia un nuovo campionato. Che sensazioni hai e cosa ti aspetti?
R.”Di vincere subito. Sarebbe importantissimo partire con una vittoria in trasferta. Ci può dare morale. Ci siamo allenati bene e in preseason abbiamo affrontato un sacco di squadre forti. Abbiamo tutto per fare bene.”
D.”Gli infortuni vi hanno penalizzato in questo mese di preparazione. La squadra ne risentirà?”
R.”Vedremo. Sicuramente non hanno aiutato la chimica di squadra. Ma siamo professionisti e non dobbiamo pensare a queste cose. Andiamo avanti una partita per volta.”
D.”Treviso è la prima squadra che avete affrontato in prestagione. Come ti è sembrata?”
R.”Era una partita giocata più di un mese fa. E comunque in Campionato sarà diversa: siamo cambiati noi e anche loro. Sicuramente giocano di squadra, si aiutano in difesa, si passano la palla. Sono forti mentalmente così come il loro allenatore.”
D.”Le tue sensazioni per questa stagione?”
R:”Sono pronto, siamo tutti pronti e vogliamo giocare e raggiungere i migliori risultati.”
D.”Avete affrontato molte squadre in questa preseason. Chi ti ha impressionato di più?
R.”Non ha importanza. Non ci dobbiamo preoccupare delle altre squadre, ma solo di noi.”

Ufficio Stampa Air Avellino

Comments (0)

L’AIR AVELLINO FIRMA OMAR THOMAS

S.S. "Felice Scandone" Avellino

La S.S. Felice Scandone Air Avellino è lieta di annunciare di aver raggiunto l’accordo con Omar Abdul Thomas, giocatore statunitense con passaporto sloveno. Nato in America a Filadelfia il 25 febbraio 1982, è un’ala piccola alta 195 centimetri. E’ un giocatoreche si avverte in tutte le zone del campo. Abile nel trovare lo spiraglio per il canestro, Thomas fa delladifesa la sua caratteristica più importante.E’ cresciuto nella prestigiosa University of Texas El Paso. Una volta terminata l’università, dopoun provino con i Seattle Supersonics, gioca nella lega di sviluppo della NBA con gli Austin Toros. Approdato poi a mete più esotiche, gioca nella Repubblica Dominicana con la maglia dei Naco, ai Coca-Cola Tigers nelle Filippine. Arriva in Italia nell’agosto 2006 nella Coopsette Rimini per un periododi prova di dieci giorni. Qui disputa ottime amichevoli estive, convincendo lo staff biancorosso aconfermarlo fino al termine della stagione.Nell’estate 2008, dopo una parentesi con i francesi del Pau-Orthez, torna in Italia accordandosi con la Nuova Sebastiani Rieti, con cui debutta in serie A registrando a fine stagione una media di 11,5 puntie 5,7 rimbalzi per gara. L’anno successivo firma con Brindisi, formazione militante nel campionato di Legadue con lo scopo di centrare l’ambita promozione con la squadra pugliese. L’obiettivo viene centratoal primo colpo. Thomas chiude la stagione con una media punti di 18.3 e viene premiato con il titolo di Mvp del secondo campionato italiano di basket.

Comments (0)

AVELLINO: E’ FRANK VITUCCI IL NUOVO COACH

S.S. "Felice Scandone" Avellino

La S.S. Felice Scandone comunica di aver affidato la guida tecnica della prima squadra per le stagioni sportive 2010/2011 e 2011/2012 a Francesco Vitucci. La Società comunica, inoltre, che Francesco Vitucci sarà presentato a stampa e tifosi martedì 8 giugno alle ore 18.00 presso il campo Coni di Avellino, nell’ambito della manifestazione Sportdays 2010.

Francesco “Frank” Vitucci, 47 anni, veneziano, ha iniziato la sua carriera con le giovanili della Reyer Venezia. Sempre con la squadra granata, a cavallo degli anni ’80 e ’90, ha ricoperto il ruolo di vice per sette anni lavorando con allenatori del calibro di Primo, Zorzi, Skansi e De Sisti. In seguito è diventato head coach della squadra lagunare centrando l’obiettivo della promozione in A1 nella stagione 1995/96. Dopo il fallimento della Reyer Venezia, passa all’Andrea Costa Imola con la quale ha partecipato ai play-off scudetto, prendendo parte, successivamente, alla Coppa Korac e alla Coppa Saporta. Nelle stagioni 2001/02 e 2002/03 l’esperienza in Legadue a Scafati. Dal 2003 è stato assistant-coach alla Benetton Treviso dove nel novembre 2007, dopo l’esonero di Alessandro Ramagli, diventa per un breve periodo head-coach dei veneti. Lo scorso campionato è stato nominato capo allenatore della Benetton, ma la sua esperienza si è chiusa a gennaio  dopo la gara casalinga contro la Banca Tercas Teramo.

Ufficio Stampa Air Avellino

Pagina 1 di 21

-->