Commenti (0)

NAPOLI CORSARA A ROMA, ARRIVA LA NONA SINFONIA

Nuova Pallacanestro Napoli

Stella Azzurra Roma – Nuova Pallacanestro Napoli 82-95
(Parziali: 27-19; 42-47; 68-70)

Stella Azzurra Roma: Colonnelli 26, Fallucca 3, Vardaro 2, Delle Cave 2, Barucca 7, Fall 10, De Martino 10, Buscaglione 8, Ricci 12, Ferraiuoli 2. All. D’Arcangeli

Nuova Pallacanestro Napoli: Mangiapia 6, Di Lembo 6, Di Lauro 4, Tonetti 9, D’Avino 2, Luongo ne, Cristiano 11, Ciampi 26, Simeoli 8, Tammaro 23. All. Massaro

Arbitri: Canazza di Solesino (PD) e Carraro di Noale (VE)

La NP Napoli vince la sua nona partita in un Palapostepay gremito all’inverosimile (presenti sugli spalti Boniciolli e Sbarra) e al termine di una partita vibrante che ha visto i ragazzi di coach Massaro soffrire e poi prendere il dominio della gara.
Partita dai ritmi altissimi, con la Stella Azzurra che spinge subito sul piede dell’acceleratore. Gli azzurri riescono a mantenere il passo dei padroni di casa fino al primo minibreak firmato dai capitolini che arrivano sul 13-7 dopo quattro minuti di gioco. Due minuti dopo Ciampi commette il suo terzo fallo e Roma ne approfitta per volare sul +10 con la tripla di Barrucca (20-10). I partenopei sotto la pressione dei capitolini perdono tantissime palle, Roma ne approfitta meno del dovuto e il punteggio rimane pressoché immutato nel distacco fino alla fine del primo quarto che si chiude sul 27-19.
Il secondo quarto mantiene lo stesso ritmo elevatissimo, ma i falli cominciano a pesare in maniera notevole sull’economia del gioco della Stella azzurra che dopo soli 13 minuti ha già due giocatori con quattro falli (Barrucca e Ricci). Napoli rallenta il ritmo della gara e macina punti, il distacco può così ridursi a due sole lunghezze (36-34) grazie a Roberto Simeoli. A 1’53” succede un parapiglia, Di Lembo e Delle Cave vengono espulsi, ma Napoli prende spazio e passa a condurre (39-41). Gli arbitri fischiano tantissimo, ma sembrano non avere sotto controllo la partita. Gli azzurri però continuano a tenere le redini della gara e a chiudere il secondo quarto sul 47-42.
Il secondo tempo si apre con la difesa a zona da parte degli ospiti. Una difesa che frutta diversi recuperi e relativi contropiede che spingono la NP Napoli, guidata da Mangiapia, fino al +9 (59-50), costringendo ben presto Roma a chiedere un timeout. La partita è molto sentita e il ritmo rimane altissimo, Roma riduce lo svantaggio fino al meno 1 con Colonnelli (66-67) ma il terzo quarto si chiude con Napoli avanti di 2 (68-70).
La difesa a zona ordinata da Massaro rallenta i ritmi elevati voluti da Roma. I falli fischiati sono ancora numerosi, ma dalla linea della carità gli azzurri sono poco precisi e così non riescono a prendere distanza dai padroni di casa. A metà dell’ultima frazione di gioco il punteggio vede avanti Napoli di 5 lunghezze (78-83). Il divario però aumenta gradualmente quando i ragazzi di coach Arcangeli affrettano le soluzioni preoccupati dallo scorrere del cronometro. Sono Ciampi e Tammaro (rispettivamente 26 e 23 punti) a mettere il sigillo ad una partita bellissima, vinta col punteggio di 82-95, davanti ai numerosi supporters azzurri arrivati a Roma, che possono così festeggiare il successo della Nuova Pallacanestro Napoli che temporaneamente aggancia in testa alla classifica Chieti e Scauri. Contro quest’ultima il prossimo impegno degli azzurri, mercoledì 8 dicembre.

Ufficio Stampa Nuova Pallacanestro Napoli
Giuseppe Cacciapuoti

Share and Enjoy:
Commenti (0)

NP NAPOLI, A ROMA L’INIZIO DI UN CICLO TERRIBILE

Nuova Pallacanestro Napoli

L’anticipo dell’undicesima giornata di campionato vede i ragazzi di coach Massaro impegnati a Roma contro la Stella Azzurra.
La squadra di coach Arcangeli, che occupa ora la quinta posizione in classifica con 12 punti, è conosciuta nel panorama cestistico italiano per un settore giovanile di grande talento, moltissimi sono infatti gli under in prima squadra che ben stanno figurando in questo campionato. Un gruppo di tanti giovani interessanti la cui età media è di 18 anni che vede al suo interno tanti elementi di spicco, Simone Colonnelli top scorer della squadra (‘91). Tanta compattezza, questa è la forza della squadra romana reduce da una larga vittoria in trasferta contro Umbertide.
La NP Napoli invece, dopo aver vinto il derby contro Giugliano, si presenta a questa trasferta con voglia di vincere e per continuare il trend positivo che finora l’ha vista sconfitta solo a Chieti e in casa contro Torre de’ Passeri. La squadra capitanata da Massimo Di Lembo cercherà di ottenere due punti importanti per prepararsi per la trasferta successiva contro Scauri.

La gara avrà inizio Sabato 4 Dicembre alle ore 18.00 al PalaPostepay di Roma e la telecronaca dell’incontro verrà trasmessa in differita, sul digitale terrestre, lunedì 29 novembre, su Telecapri Sport e Capri Event.

Queste le formazioni in campo:

Stella Azzurra Roma: 5 Colonnelli, 6 Fallucca, 8 Delle Cave, 9 Barucca, 10 Fall, 11 De Martino, 12 Buscaglione, 13 Ondo Mengue, 19 Cicivè, 20 D’Ascanio. All. D’Arcangeli

Nuova Pallacanestro Napoli: 4 Mangiapia, 5 Di Lembo, 6 Di Lauro, 7 Tonetti, 8 Luongo, 9 Caporusso, 14 Cristiano, 15 Ciampi, 18 Simeoli, 20 Tammaro. All. Massaro

Arbitri: Canazza di Solesino (PD) e Carraro di Noale (VE)

Marco Calise

Share and Enjoy:
Commenti (0)

Tra debiti e proteste Napoli rischia grosso

Come un castello di sabbia la Np Napoli pare venir giù poco alla volta. Debiti, bugie e colpi di scena sono oramai all’ordine del giorno in casa della neonata società partenopea.
Un film già visto, arricchito stavolta dalla deflagrazione della “bomba stipendi”. In settimana, infatti, capitan Di Lembo e compagni si sono allenati a singhiozzo in segno di protesta nei confronti del presidente Cirillo che, in barba all’accordo preso col team alla vigilia del match con Sassari, non è riuscito ancora a regolarizzare i pagamenti arretrati. Un patto d’onore non mantenuto dall’amministratore delegato della Npn che ha portato alla “quasi serrata” dei giocatori, ieri in campo a ranghi ridotti. Una scelta a cui si aggiunge, con responsabilità ed attaccamento alla maglia, la decisione di scendere regolarmente in campo domenica, nonostante tutto, a Roma. La situazione però rischia di precipitare da un momento all’altro con le banche non più disposte a concedere credito all’avv. Cirillo atteso al saldo dei debiti e dei Nas alla Fip. Una situazione debitoria da aggiornare continuamente al pari di un bollettino di guerra, aggravata ulteriormente dai 35mila euro che Cirillo deve ancora versare nelle casse del presidente del Battipaglia, Giancarlo Rossini, per perfezionare l’acquisizione del titolo di B Dilettanti preso la scorsa estate. Cifre che fanno tremare i polsi degli appassionati di basket partenopei che non più di una settimana fa si erano entusiasmati all’apertura delle trattative con Wind, il cui arrivo, a questo punto, è tutt’altro che scontato. In poco tempo bisognerà racimolare una cifra molto vicina ai 100mila euro per raddrizzare la prua di una nave alla completa deriva. Le decisioni della squadra, apparentemente inaspettate, sono solo la punta di un iceberg che rischia di affondare nuovamente in un mare di debiti la pallacanestro napoletana ora come non mai alla disperata ricerca di un imprenditore che sappia prendere in mano le redini della situazione. Il tempo scorre inesorabilmente avvicinando la data in cui bisognerà regolare la costosa questione Nas. Se anche a quell’appuntamento Cirillo dovesse farsi trovare impreparato, per la Np Napoli sarebbe la fine. L’ennesima per il basket napoletano che, proprio come con Papalia, non riuscirebbe a trascorrere un Natale sereno.

Fonte Il Roma – Nicola Alfano

Share and Enjoy:
Commenti (0)

N.P. Napoli, lettera aperta dei giocatori sul caso stipendi

Come ormai noto a tutti, la Nuova Pallacanestro Napoli SSDRL versa purtroppo, dall’inizio della stagione, in una difficile situazione finanziaria.

Ciononostante la squadra ha sempre dimostrato in campo il massimo dell’impegno e della professionalità, non mostrando mai nessun sentore del disagio che purtroppo persiste relativamente alla mancata corresponsione degli emolumenti. In data 14 novembre, nonostante il ritardo di ben 34 giorni sulla prima mensilità, l’avv. Cirillo ha sottoscritto, per concessione della squadra, un accordo di rientro finanziario in deroga alle scadenze contrattuali, stabilendone delle nuove entro le quali la proprietà si impegnava ad effettuare i pagamenti dei primi tre stipendi, contando di rientrare a regime entro il mese di Gennaio, con il pagamento della quarta mensilità. I termini di questo accordo solo sedici giorni dopo la firma sono stati disattesi. Ad oggi, 3 dicembre, la squadra ha percepito solo due terzi della prima mensilità, quando invece avrebbe dovuto ricevere il terzo stipendio (il 30 novembre). Detto accordo prevedeva inoltre l’astensione da qualsiasi prestazione sportiva da parte degli atleti in caso di inadempienza. Malgrado tutto la squadra ha deciso di riprendere gli allenamenti nella giornata di giovedì, per dimostrare ancora una volta, l’attaccamento alla maglia ed il rispetto per i tifosi ed appassionati della Nuova Pallacanestro Napoli, nonché per preparare al meglio, come finora sempre fatto, nonostante le sopraccitate difficoltà, le due impegnative trasferte che attendono la squadra.

Tuttavia il team al completo si riserva di prendere ulteriori decisioni laddove non dovesse ricevere significativi riscontri da parte della proprietà.

Gli atleti della Nuova Pallacanestro Napoli

Share and Enjoy:
Commenti (0)

Np Napoli, dopo il derby la sfida è sui Nas

Neanche il tempo di godersi l’emozionante vittoria nel derby con Giugliano, che Napoli torna sotto i riflettori per motivi extracestistici.
Dopo la grana stipendi, risolta in tempo dal presidente Cirillo, nel mirino torna la questione Nas (nuovo tesseramento atleti svincolati).
Scaduta ieri alle 12, la proroga improrogabile concessa dalla Fip per chi non era riuscito a mettersi in regola coi pagamenti entro la scadenza del 3 novembre, per la Npn sembrerebbe arrivato l’appuntamento cruciale con i contributi per i nuovi tesseramenti. Il condizionale è però d’obbligo, essendo la vicenda, ricca di vuoti di sceneggiatura. A quanto pare infatti la Fip avrebbe inviato in ritardo l’ingiunzione di pagamento agli uffici della Npn che, regolamento alla mano (art. 18 del Regolamento di Gara) era sicura di avere dalla sua altri 15 giorni per onorare il debito con la Federazione. Una sensazione spazzata via dall’ulti-matum di 48 ore inviato per tutta risposta dalla Fip nella mattinata di ieri alla Npn. Pur ammettendo di aver ritardato nell’invio dell’ingiunzione, la Fip ha dunque dato all’avvocato Cirillo solo due giorni (entro domani) per effettuare il bonifico.
Una disparità di trattamento in deroga rispetto alle altre società “in bolletta” che, avendo ricevuto l’ingiunzione il giorno 12 di novembre, hanno potuto godere dei famosi 15 giorni extra per regolarizzare la propria posizione. Bisognerà capire quali saranno le mosse di Fip ed Npn in questi cruciali due giorni al termine dei quali la neonata società partenopea rischierebbe l’esclusione dal campionato come accaduto a Siracusa qualche anno fa. Un quadrofitto e preoccupante che, stando alla parole del presidente regionale della Fip Manfredo Fucile, non riguardava solo Napoli ma tante altre realtà del panorama cestistico nazionale:
«E anche società dei campionati regionali hanno dovuto rispettare la scadenza – spiega Fucile – col Comitato
che ha lavorato per tutelarle davanti ai vertici Fip. Per quanto riguarda la Npn, a quanto pare c’è un errore di comunicazione che, in caso di problematicità, potrebbe essere motivo di discussione dinanzi al Consiglio Federale». Situazione complessa che Fucile analizza con ottimismo nell’attesa di conoscere la lista dei “buoni e cattivi” che oggi la Fip pubblicherà: «Considerando che sono tante le società in difficoltà in tutta Italia – continua il presidente regionale – sono portato a pensare che la Federazione proverà a mediare anziché distruggere». Proprio ieri infine ha regolarizzato la sua posizione il Giugliano che in un’ideale prosecuzione del derby ha vinto la sua corsa contro il tempo.

Fonte Il Roma – Nicola Alfano

Share and Enjoy:
Commenti (0)

Fucile, Di Lembo e Vujovic a Village Basket

Village Basket

Stasera, 30 novembre 2010, alle 21.30 ritorna su TeleCapriSport “Village Basket”, il rotocalco televisivo dedicato al mondo della pallacanestro napoletana ideato da Savio Panico, presentato da Lucio Pengue e Claudia de Luca e curato da Giuseppe Cacciapuoti.
In questa puntata saranno ospiti il Presidente della FIP Campania Manfredo Fucile, il capitano della NP Napoli, Massimo Di Lembo, l’ala della Jobgate Napoli Aleksandra Vujovic e l’ex giocatrice della Tecfi Giugliano Stefania Maimone. In collegamento da Capri ci sarà il consueto intervento del direttore di TeleCapri Sport, Francesco Pezzella.
All’interno della trasmissione ci i saranno servizi filmati e gli approfondimenti sulla settimana cestistica delle squadre campane, con particolare attenzione al derby vinto dalla Nuova Pallacanestro Napoli, con commenti e interviste. E’ possibile interagire con gli ospiti attraverso le email, da inviare all’indirizzo [email protected], mentre sul sito ufficiale della trasmissione, www.villagebasket.it è possibile rispondere ai sondaggi proposti e rivedere le vecchie puntate della trasmissione.
La replica di questa puntata di Village Basket andrà in onda, sempre su TeleCapri Sport, venerdì 2 dicembre alle ore 24.

Redazione Village Basket

Share and Enjoy:
Commenti (0)

IL DERBY AGLI AZZURRI

Nuova Pallacanestro Napoli

NUOVA PALLACANESTRO NAPOLI – MEDIOCASA GIUGLIANO 91-68
(14-20) (33-39) 59-55)

Nuova Pallacanestro Napoli : Mangiapia , Di Lembo 14, Di Lauro 2, Tonetti 19, Menditti 1, Luongo 2, Cristiano 11, Ciampi 21, Simeoli 5, Tammaro 16. All. Massaro

Mediocasa Giugliano : Fessia 11, Beatrice , Dolic , Capano n.e. , Di Napoli 12, Corvo 17, Federici , Gottini 14, Ambruoso 3, Chiavazzo 11. All.Lamberti

Arbitri : Daniele Maniero di Venezia, Matteo Semenzato di Mirvano (VE)

Il derby tra Np. Napoli e Mediocasa Giugliano viene vinto dai padroni di casa che riescono poi alla fine ad imporsi dopo aver sofferto però fino alla seconda frazione di gioco, alla lunga i ragazzi di coach Massaro hanno preso il largo riuscendo ad esprimere il proprio gioco sfruttando il calo d’intensità degli ospiti.
Molti capovolgimenti di fronte da una parte e dall’altra nei primi minuti di gioco con due difese attente e tanti errori al tiro, pericolosa Giugliano in contropiede (6-11 al 5’). Napoli soffre la presenza dell’esperto Corvo sotto canestro ma è Tonetti con due canestri consecutivi a riaccorciare le distanze (10-13). Primo quarto che si chiude con il punteggio di 14-20 per gli ospiti che sfruttano i tanti errori di Napoli e colpiscono con il top scorer della formazione allenata da coach Lamberti, Fabio Di Napoli.
Tre triple consecutive per Giugliano nei primi tre minuti di gioco fissano il punteggio sul 17-29. Napoli reagisce con un parziale di 6-0 e la tripla di Simeoli (24-29 al 15’) costringe il coach ospite a chiamare timeout. 33-39 all’intervallo lungo con Giugliano che gioca bene,d’altra parte Napoli che fa fatica in fase realizzativa.
I ragazzi di coach Massaro, spinti anche dal pubblico del PalaBarbuto, non mollano e si portano a sole due lunghezze di distanza (45-47 al 25’) dopo un fallo antisportivo fischiato a Giuseppe Corvo. Partita molto vivace in questa frazione di gioco con Napoli che finalmente riesce ad esprimere il proprio gioco ma che continua a sbagliare tanti tiri liberi. Sorpasso Napoli a 2 minuti dalla fine del terzo quarto con la tripla di Claudio Ciampi che segna così l’undicesimo punto della sua partita. I padroni di casa chiudono il terzo quarto avanti di quattro lunghezze, 59-55 con un bel canestro sulla sirena di Di Lembo e grazie a un tecnico fischiato in precedenza a Gottini per proteste nei confronti degli arbitri.
Partenza a razzo di Napoli nell’ultimo periodo che raggiunge il +10 nei primissimi minuti di gioco (65-55 al 32’). I padroni di casa si impongono definitivamente sulla partita (72-57 al 35’) mostrando finalmente il loro vero gioco, Giugliano invece è completamente crollata e perso la brillantezza offensiva dei primi due quarti di gioco. Napoli è partita e non si ferma più toccando il +21 (82-61) e vince il derby con il largo punteggio di 91-68.

Ufficio Stampa Nuova Pallacanestro Napoli

Share and Enjoy:
Pagina 10 di 62« First...«89101112»203040...Last »

-->